Tricase, il paese dell’accoglienza: migranti protagonisti della Natività

Al Presepe Vivente di Tricase,15 ragazzi provenienti da diversi paesi dell’Africa e del Medio Oriente saranno “ vestiti ” da soldati romani, da soldati di pace, di fede e di accoglienza a tutti

di Pino Greco

Natività migranti

Tutto pronto per la trentasettesima edizione del Presepe Vivente di Tricase.
Un’edizione concentrata sull’importanza di accogliere. Proprio così. “ Ospitando” alcuni ragazzi migranti accolti nella nostra Città, la 37° edizione del Presepe Vivente di Tricase, sarà un’edizione multietnica.Un luogo di accoglienza e dirispetto. Questo è il messaggio del Comitato Presepe Vivente di Tricase,  in collaborazione con il Progetto SPRAR (Sistema di protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Comune di Tricase gestito da ARCI Comitato territoriale di Lecce. Accoglienza, gemellaggio e  sincera amicizia anche con il Presepe Vivente di Santa Caterina di Nardò, che con dedizione e spirito di sacrifico si impegnano nel ripresentare per la 36esima edizione, il Mistero dell’incarnazione di Nostro Signore Gesù Cristo.
E’ il Presepe  che vogliamo. E’ il Natale che vogliamo.
E’ il Presepe Vivente di Tricase. Duecento figuranti, 35 mila lampadine, 40 “ vecchi mestieri ” e  4 ettari da passeggiare nella Betlemme ai tempi di Gesù, nella suggestiva ed unica collinetta di Monte Orco, un palcoscenico per ricordare anche gli antichi mestieri e usanze smarrite nel tempo.  E’ il Presepe Vivente di Tricase, un’edizione concentrata sull’importanza di accogliere, senza dimenticare, chi spesso viene dimenticato.

E’ la 37° edizione della “ Betlemme d’Italia”dove, 15 ragazzi migranti…si “ vestiranno ” da soldati romani…da soldati di pace, di fede e di accoglienza a tutti.  Vivono a Tricase, dalle nostri parti. Sono stati sempre ben “accolti ”. Questa volta, per la prima volta, per il Natale 2016, al Presepe Vivente di Tricase, “ daranno loro un segnale di “ accoglienza ” ai circa centomila visitatori previsti per le 8 serate. Partiamo dal loro viaggio “ iniziale” . Un viaggio durato settimane o mesi. Storie drammatiche, di guerra e di orrori…Storie, numeri e situazioni che non possono lasciarci indifferenti… Sono persone come noi… che hanno delle famiglie, amici, e tanta speranza di ricostruire una nuova vita …Sono i 15 “ soldati romani ”  felici e contenti di vivere il Natale tra noi…a Tricase, nel Salento, su Monte Orco .